Pagina in manutenzione

 

 

LA FEDERAZIONE INTERNAZIONALE SOLDATI DA MONTAGNA
I.F.M.S.

Da un idea sviluppata con passione in oltre vent’anni da uomini di buona volontà come l’alpino Osvaldo Bianchi (Italia), lo statunitense Earl Clark della 10th Mountain Division e l’artigliere da montagna tedesco Klaus Schneller, che avevano vissuto la tragedia della guerra in montagna e sognavano di “fare diventare amici i nemici d’un tempo”, il 24 maggio 1985 nasceva a Mittenwald, sulle Alpi Bavaresi, la Federazione Internazionale Soldati da Montagna (in inglese International Federation Mountain Soldiers: IFMS), grazie all’impegno di collaborazione dei vecchi “scarponi” di Austria, Francia, Italia, Germania e Stati Uniti .
A sottoscriverne il protocollo costitutivo fu, per l’Italia, l’alpino e reduce di Russia Leonardo Caprioli, all’epoca Presidente Nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA), che dell’IFMS è la componente maggioritaria. Oggi aderiscono alla Federazione, che è apolitica, anche le associazioni nazionali di Polonia, Slovenia, Spagna e Svizzera, mentre altre Nazioni, come per esempio Cile ed Argentina, sono in lista d’attesa.
Lo Statuto dell’IFMS, in sintesi, impegna le associazioni liberamente federatesi a:
-concorrere a promuovere collettivamente una cultura di pace, di libertà e di tutela dei diritti dell’Uomo, fornendo un esempio positivo alle future generazioni
-onorare la memoria dei Caduti delle Truppe da Montagna d’ogni Nazione, affinché il loro sacrificio sia di stimolo a costruire un mondo di pace durevole, di fratellanza e di giustizia
-perseguire attivamente la conoscenza, la comprensione e l’amicizia tra tutti i Soldati da Montagna, in servizio attivo ed in congedo, e tra le loro associazioni nazionali, valorizzando così quel peculiare senso della solidarietà, dell’amore per la montagna, per il suo ambiente e per la sua gente e dell’orgoglio di avere servito lealmente e con onore il proprio Paese che quanti, indipendentemente dal grado rivestito, hanno appartenuto alle Truppe da Montagna diffusamente ed intensamente condividono.
La rappresentanza ufficiale ed il coordinamento della Federazione, che è dotata di un proprio Stendardo, compete al Segretario Generale, carica oggi rivestita dallo spagnolo Brig. Gen. JAIME COLL BENEJAM, mentre il sovrano potere deliberativo risiede nell’Assemblea Generale dei Presidenti e dei Delegati Nazionali, che si riunisce di norma una volta l’anno, in occasione dell’annuale Congresso.
Con lo scopo di facilitare l’incontro e la fraternizzazione tra tutti gli appartenenti alle associazioni federate, è stata istituita la GIORNATA IFMS, una sorta di “piccola adunata alpina” itinerante – come del resto il Congresso – tra i vari Paesi aderenti.
Va sottolineato che la prima edizione (1987) ha avuto luogo in Italia, ad Azzano San Paolo (BG), Comune che custodisce il primo monumento dedicato alla IFMS ed il cui Gruppo Alpini assegna ogni anno un Premio dedicato a quanti –singoli o associazioni - si distinguono nel recupero di zone storiche delle Alpi o illustrano in modo significativo valori e impegno delle Truppe da Montagna.
La XXI edizione (2007) della Giornata IFMS ha avuto luogo a Poklijuka (Slovenia), mentre il XX Congresso si è svolto a Zakopane (Polonia).
Dal 5 al 7 giugno 2008 toccherà alla Sezione ANA di Torino l’onore di realizzare la XXII Giornata IFMS, mentre il XXIII Congresso federale sarà ospitato in ottobre a Jaca (Spagna).

 

Per saperne di più ci possiamo collegare all'ottimo sito del Gruppo di Azzano:
http://www.alpiniazzano.com/Ifms/StoriaIFMS.htm